fbpx

Aforismi 10: Milena Maggio

Oggi più che un aforisma andiamo a commentare un piccolo brano (a mio parere un capolavoro di sensibilità) di Milena Maggio:

“Mia madre faceva la maestra.
La ricordo di sera, dopo cena, china sullo stesso tavolo dove poco prima c’erano i nostri piatti, a correggere i compiti dei suoi alunni.
Non usava la penna rossa per evidenziare gli errori, li sottolineava invece con un pastello verde chiaro, come le prime timide foglie di primavera.
Una di quelle sere che non avevo sonno e mi piaceva starle accanto a leggere Topolino, le chiesi perché quel colore invece del rosso che usavano tutte le altre maestre.
Mi rispose senza alzare la testa da quei fogli : – È che nelle cose degli altri devi entrarci in punta di piedi, specialmente quando hai il compito di correggerne gli errori. Il rosso è un urlo, un’accusa alla quale non si può replicare. Dice “Tu hai sbagliato!” con il dito puntato contro.
Il verde è gentile, come una piantina che cresce e per farlo ha bisogno di sostegno. Il verde non demolisce, sostiene.”

È vero, è “in punta di piedi” che dovremmo correggere gli errori, i nostri compresi.

Viviamo in un mondo dominato da finzioni, restrizioni, e modi di fare che piano piano raggiungono la dignità di verità assolute, ed ogni divergenza da questo la sottolineiamo e correggiamo come errore.

Tendiamo quasi sempre a scordare che ognuno ha il sacrosanto diritto di vivere la propria vita a modo proprio.

In effetti è essenziale per nostra evoluzioni che ogni l’interazione con la vita altrui sia fatta con delicatezza; come dice Milena Maggio in punta di piedi.

Ancor di più se dobbiamo correggere in noi degli errori, ricordiamoci di farlo con amorevolezza.

I primi che devono imparare ad accettarci ed amarci siamo sempre e solo noi stessi.

 

Articolo precedente
Arroganza o Libertà
Articolo successivo
Sto andando nella giusta Direzione?

Post correlati

Nessun risultato trovato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu