fbpx

27° meditazione: Dìon Mòr (grande protezione)

In Gaelico Dìon Mòr vuol dire grande protezione.

Già da solo questo nome dà l’idea di quanto utile, o meglio necessaria, sia questa meditazione oggi. Mai come in questo momento storico siamo stati sommersi da coinvolgimenti energetici, psicologici ed emotivi di massa. Questo non ci può lasciare indifferenti, e chi ha una sensibilità più elevata ovviamente ne soffre molto di più. Questa meditazione ci porterà a rinforzare i nostri campi energetici.

Oltre ad essere dei mezzi di comunicazione e percezione, le nostre energie, all’occorrenza possono diventare dei veri e propri scudi. Alzare i propri scudi non vuol dire necessariamente bloccare fuori il mondo. Lavorare sui nostri scudi ci può aiutare a selezionare quello con cui vogliamo relazionarci

Siamo noi che dobbiamo apprendere come escludere tutto quello con cui non ci interessa entrare in contatto. In questo esercizio andiamo a sfruttare movimenti archetipici che lavorano sfruttando le conoscenze arcaiche legate allo scorrimento dell’energia nel corpo. Nella meditazione Dìon Mòr ancora una volta useremo insieme respiro, vibrazione e movimento. Inoltre non usando vibrazioni astratte, ma una parola, (anche se in una lingua straniera), aggiungiamo una indicazione che il nostro subconscio può iniziare ad interiorizzare ed elaborare. La presenza nel gesto e nella vocalità, saranno la chiave affinché questo equilibrio si espanda in tutto il vostro essere. Praticate Praticate Praticate.

 

Articolo precedente
Ancora due parole su Magia e Divinazione
Articolo successivo
Per cambiare il mondo serve Intimità

Post correlati

Nessun risultato trovato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu